benvegnus Noeles.net - Informazion ladina
Noeles.net
    Vos ne seis nia loghé ite.   [ Loghé ite ]    

Consei de comun de Urtijei: no a la mozion sun la doura dl lingaz ladin
scrit ai 08 October 2008 da les 17:27:47 da noeles

Scola

Les comunicazions de scola: a Urtijei se féjen ert da reconesce l ladin

La direzion didatica de Urtijei ne se tegn nia al trilinguism, ma met dantaldut l todesch dantcà - Mozion di Ladins te consei

Denant che pié via a scola à la direzion scolastica de Urtijei mané fora deplù comunicazions, ma dagnora demé bilinghes, per todesch y talian, condut che al se trata de na scola "dles valedes ladines" che é perauter - sciche istituzion publica - ence tegnuda al trilinguism desche vedù dantfora da la lege n. 574/88, art. 32 y dal statut de autonomia che à istituì la "scola di luesc ladins". A Urtijei ne él nia la pruma outa che chest suzed. I conseiers dla lista Ladins te comun à perchel porté ite te consei na mozion per spenje ofizialmenter la direzion didatica da adoré y respeté dlongia l todesch y l talian ence l ladin. La mozion é vegnuda trateda te consei de comun ai 24 de setember. Ma ciala medré: la maioranza dl consei se à destanzié da la mozion, ence l diretour dl Istitut ladin Micurà de Ru y assessour comunal Leander Moroder con de vigni sort de vertoles. L consei de comun y la Intendenza ladina se lava les mans.

 



La mozion: "Da pert dla politica végnel dit che al vegn tant cialé sun nosta rejoneda, la realté é dut na autra; i on messù constaté con desplajei che da pert dla direzion didatica de Urtijei ti él vegnù mané ai genitours di mutons che và l prum ann a scola, plu iadesc letres con diretives de coche ei à da se astilé per l prum dì de scola, scrites demé per todesch y talian. Cie che nes sà na grana, él che la Direzion dla Scola ne se tegn nia a la lege sun la rejoneda da adoré tles scoles Ladines.
Dutes les comunicazions o letres che muev da la scola per duc i scolés o genitours, mess respeté l DPR no. 574 / 1988 art. 32.
Cie dijessa pa i genitours todesc fora per Südtirol sce ai giatessa na comunicazion per talian o sce i talians la giatessa per todesch? Con rejon vegnìssel fora de dretes polemiches. Perchel nes damanonse che l Consei de Comun de Urtijei dae pro al test che vegn dessot:
"L Consei de comun de Urtijei se damana da la scola de oblianza ladina de respeté defin les normatives sun la doura dla rejoneda ladina tl raport con la populazion, sciche vedù dant dal D.P.R. no 574/1988 art.32. Al é chest, no demé n dert sacrosant dla populazion dles localités ladines, ma al é un di prinzips sun chi che al se baseia l tegnì su nosta rejoneda."
La posizion dla maioranza dl consei:
"La mozion di 15.09.2008 di comembri dl grup de consei di Ladins sun l dovier de adoré la rejoneda ladina da pert dles scoles de oblianza vegn lieta dant.
L conseier de comun Demetz Enrico G. spliga la mozion: "I son dessegur duc a una che la rejoneda ladina à n gran valour y che ala mess vegnì sconeda. Sce la scola ne adora nia la rejoneda ladina, pona màncel l respet ti confronc dla populazion". Deplù conseiers de comun tol la parola. Baur Elisabeth spliga che les comunicazions dla direzion scolastica é for te trei rejonedes. La letra enjonteda a la mozion é demé na comunicazion dla maestra ai scolés dla pruma classa. Ela liej dant l coma 2 dl art. 19 dl statut de autonomia (D.P.R. n. 670/1972 sun l adoré dla rejoneda ladina tles scoles di luesc ladins. L D.P.R. 574/1988, nunzié tla mozion, reverda les normes n cont dl adoré la rejoneda todescia y ladina ti raporc cun la aministrazion publica. Moroder Giorgio G. porta dant ciamò de autri ejempli, olàche la rejoneda ladina ne vegn nia adoreda da les scoles. El tegn dur sun la mozion deda ju. L comun mess avei la rejon de fé fora sun chesta chestion. Demetz Marina dij ciamò n iade che les comunicazions dl'aministrazion de scola é te trei rejonedes. I maestri pò chirì fora te ciuna rejoneda scrive. Moroder Leander é dla minonga che de chesta chestion messessa se cruzié la intendenza scolastica ladina y i diretours dles scoles. Rabanser Paul fej la proposta al grup de consei di Ladins de tré de revers la mozion, ajache l art. 32 dl D.P.R. 574/1988 veid dant la faculté de adoré la rejoneda ladina y nia l dovier;
L ombolt lascia lité sun la mozion prejenteda;
Vedù l test unich dles leges regionales sun l ordinament di comuns Region autonoma Trent-Sudtirol, dé pro con DPReg. 01.02.2005, n. 3/L; prejenc n. 20 conseiers;
Con n. 4 oujes a una, n. 15 oujes de contra (Moroder Ewald, Moroder Leo, Baur Grossrubatscher Elisabeth, Stuflesser Peter, Rabanser Paul, Lardschneider Armin, Stuflesser G. Cristiano, Moroder Raffael, Demetz Marina, Insam Margherita, Mulser Alfred, Moroder Leander, Bernardi Giovanni, Dellago Tobias, Demetz Dieter) y n. 1 astenjions (Goller Martina), vela fata per auzeda de man;
fej fora
- de ne dé nia pro la mozion di 15.09.2008 dl grup de consei di Ladins sun l dovier de adoré la rejoneda ladina da pert dles scoles de oblianza.
- de tegnì cont, che vigni zitadin pò, entant l term de publicazion de 10 dis, prejenté a la Jonta de comun oposizions contra chesta deliberazion. Tl term de 60 dis da canche chesta é esecutiva pòn prejenté recurs al Tribunal regiunal de redleza aministrativa – Sezion autonoma per la Provinzia de Bulsan."
Enceben che al ne se trata nia de n at publich tl sens strent, ma de comunicazions ofiziales, à La SVP y l grup de consei Lista Urtijei lité contra n dert di ladins vedù dant bele dal 1988 encà tres la lege 574/88, art. n. 32, nia da creie, ma veir.
Lege 574/88, Art. 32.
1. I cittadini di lingua ladina della provincia di Bolzano hanno facoltà di usare la propria lingua nei rapporti orali e scritti con gli uffici della pubblica amministrazione, con esclusione delle Forze armate e delle Forze di polizia, siti nelle località ladine della stessa provincia, con gli enti locali e le istituzioni scolastiche di dette località, con gli uffici della provincia che svolgano funzioni esclusivamente o prevalentemente nell'interesse delle popolazioni ladine, anche se siti fuori delle suddette località, nonche' con l'intendenza scolastica ladina.
2. Le amministrazioni di cui al comma 1 sono tenute a rispondere oralmente in ladino ovvero per iscritto in lingua italiana e tedesca, seguite dal testo in lingua ladina.
3. Gli atti pubblici emanati dalle amministrazioni di cui al comma 1 sono redatti in italiano e tedesco, seguiti dal testo in ladino.
4. Resta fermo il diritto del cittadino appartenente al gruppo linguistico ladino residente nella provincia di Bolzano di essere esaminato e interrogato, nei processi svolgentisi nella provincia di Bolzano, nella sua madrelingua con l'ausilio dell'interprete, sia nel processo di lingua italiana che in quello di lingua tedesca.
5. Nelle adunanze degli organi elettivi degli enti locali delle località ladine della provincia di Bolzano i membri di tali organi possono usare la lingua ladina negli interventi orali, con, a richiesta, la immediata traduzione in lingua italiana o tedesca, qualora vi siano membri dei suddetti organi che dichiarino di non conoscere la lingua ladina. I relativi processi verbali sono redatti congiuntamente in lingua italiana, tedesca e ladina.
6. Nei rapporti con gli uffici della pubblica amministrazione siti nella provincia di Bolzano il cittadino di lingua ladina può usare la lingua italiana o quella tedesca.

 
Liams emparentés
· Deplú sun l tema Scola
· Chier te noeles


L articul plu liet te chest tema Scola:
Les graduatories per la scola ladina tla provinzia de Bulsan


Valutazion dl articul
Cumpeida mesana de oujes: 4.2
Oujes: 10


Preibel toledeves dlaorela de valuté chest articul:

ezelent
dret bon
bon
normal
sclet



Empostazions

 Plata da stampé  Plata da stampé

 Ti ortié chest articul a n/a amich/a  Ti ortié chest articul a n/a amich/a


Per l contegnú di comentars é l autour dl medem responsabel

Comentars anonims n'é nia ametus, preibel registredeves denant
News ©
 
  www.noeles.net



Impressum: Plata on-line publicheda da l'Union Scritours Ladins Agacins - Redazion: Bulsan noeles.info@gmail.com


Implatazion: 0.410 seconc